Stampa

Conclusa la Giornata Mondiale del Diabete 2019 a Catanzaro

 

 
La manifestazione dedicata alla giornata mondiale del Diabete che si è celebrata lo scorso 14 novembre, si è svolta questa mattina in Piazza Prefettura, presso il chiosco pizzeria Chiricò a Catanzaro dalle ore 9,00 alle ore 13,00.
 
L’iniziativa è stata patrocinata dall’AMD, SID,AGD, Diabete Italia e organizzata dalla SOC Diabetologia Ospedale Pugliese Ciaccio
 
La giornata quest’anno si è incentrata sull’educazione sanitaria alle famiglie dei giovani pazienti con diabete t1, oltre che sulla prevenzione del diabete t2.
 
Si sono effettuati inoltre controlli glicemici, per chi lo ha voluto, numerosi sono stati i partecipanti e i test sono stati gratuiti, proprio per favorire la prevenzione e l’informazione relativa a questa disfunzione.
 
Per l’occasione il Palazzo della Provincia si è colorato di azzurro per ricordare che il simbolo del diabete è un cerchio di questo colore.
 
Luciano Ventura, presidente Associazione Diabete Due Mari ONLUS di Catanzaro che organizza l'evento da molti anni, spiega che quest’iniziativa è orientata soprattutto alla prevenzione del diabete t2 (visto che sul diabete t1 putroppo non c’è nessuna prevenzione) e a fornire informazioni su quello che è la natura della malattia, nonchè a scoprire quelle persone che hanno il diabete e non lo sanno. “Ringraziamo in quanto associazione il dottore Puccio, Primario della SOC di Diabetologia dell’Ospedale Pugliese Ciaccio, che si è reso disponibile per questa importante iniziativa. Ventura ringrazia inoltre la pizzeria CHIRICO' per la disponibilità ad usare il loro chiosco.” 
 

Il dottore Luigi Puccio, Responsabile del Servizio di Diabetologia dell'Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro sottolinea l'importanza della Giornata Mondiale del Diabete che si celebra a novembre (precisamente il 14 novembre) e l'importanza delle iniziative messe in atto volte a sensibilizzare la popolazione sul tema della problematica del diabete.

"Il diabete è una vera e propria epidemia – spiega il dott. Puccio – tanto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità denifisce il diabete insieme all'obesità, ('diabesità'), una vera e propria epidemia mondiale".

"Si prevede – prosegue il Primario di Diabetologia dell'Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro – che nel 2050 nel mondo ci saranno oltre 450 milioni di pazienti diabetici. Questi numeri ci fanno capire la rilevanza della malattia che coinvolge altre patologie gravi".

Quest'anno importante è stato l'obiettivo di coinvolgere le famiglie dei pazienti diabetici soprattutto per quanto riguarda il diabete di tipo 1. "Per fortuna più raro – evidenzia il dottor Puccio – ma molto grave il diabete di tipo 1 perché è insulino-dipendente e perché colpisce i giovani. Quindi si può definire il diabete di tipo 1 come una patologia familiare e per questo è importante l'educazione sanitaria che coinvolga la famiglia."

Conclude il dott. Puccio:"Quindi la famiglia deve essere coinvolta nella cura di questi ragazzi. È importante informare la famiglia sugli stili di vita corretti da seguire, su un'alimentazione sana e soprattutto sulla pratica di molta attività fisica".