Frase

Principiis obsta:

sero medicina paratur,

cum mala per longas

convaluere moras

---

Stai attento all'inizio,

la medicina arriva tardi

perchè i mali si radicano

per i lunghi indugi



Designed by:

I cetrioli controllano i livelli di zucchero nel sangue PDF Stampa E-mail
Mercoledì 18 Luglio 2018 06:54

I cetrioli controllano i livelli di zucchero nel sangue

Alcuni studi scientifici hanno messo in evidenza le virtù anti-diabetiche del cetriolo

cetrioliIn presenza di disturbi di salute più o meno importanti o vere e proprie patologie, siamo sempre alla ricerca di qualcosa di alternativo che ben si possa conciliare con le terapie proposte dal medico. Spesso, però, ci rivolgiamo a rimedi pressochè introvabili o provenienti da altri paesi, non pensando che le cose migliori le abbiamo sempre avute a nostra disposizione. Una di queste fa parte dell'alimentazione estiva: il cetriolo. Questa particolare cucrbitacea, sembra infatti aiutare i pazienti diabetici o chi soffre di iperglicemia. Ecco perché.

 

Più fibre e cetriolo
Secondo gli esperti del Diabetes Council, seguire un'alimentazione ricca di fibre ci aiuta a ridurre i sintomi del diabete di tipo 2. Queste, infatti, sono in grado di rallentare sia il rilascio che l'assorbimento dello zucchero all'interno dell'organismo umano. E tra i vegetali migliori che abbiamo a disposizione, emerge il caro vecchio cetriolo. Ricordiamo, inoltre, che i cetrioli sono un tipo di verdura (quasi) a zero calorie.

Perché funzionano?
«Mangiare un sacco di fibre può abbassare lo zucchero nel sangue. Le fibre rallentano la digestione dei carboidrati e dello zucchero e può quindi aiutare a ridurre i livelli», spiegano gli esperti. Inoltre, i cetrioli contengono l'acido tartarico. Si tratta di un composto – contenuto anche nei pomodori - in grado di evitare che i carboidrati si trasformino in grassi. Questo aspetto può, tra le altre cose, anche incentivare la perdita di peso.

Riduce anche lo stress ossidativo
Uno studio condotto nel 2016 e pubblicato su Bioimpacts ha anche evidenziato un ruolo protettivo del cetriolo per nei confronti dello stress ossidativo, altro acerrimo nemico dei pazienti diabetici. «L'estratto acquoso di cetriolo (40 μg / mL) ha impedito tutti i marcatori di citotossicità nei modelli di stress ossidativo e carbonilico compresa la lisi cellulare, la formazione di ROS, la perossidazione lipidica della membrana, l'esaurimento del glutatione, il declino potenziale della membrana mitocondriale, la labializzazione lisosomiale e la proteolisi L'estratto protegge anche gli epatociti dalla carbonilazione proteica indotta dal gliossale [un'aldeide, nda]. I nostri risultati hanno indicato che C. sativus [nome scientifico del cetriolo, nda] è in grado di prevenire lo stress ossidativo e lo stress carbonile negli epatociti isolati. Si può concludere che il cetriolo ha effetti protettivi nelle complicanze del diabete e può essere considerato un candidato sicuro e adatto per ridurre lo stress ossidativo e lo stress carbonilico che si osserva tipicamente nel diabete mellito», concludono i ricercatori.

Altri studi
Un ulteriore studio, pubblicato su Plant Foods for Human Nutrition, ha confermato le virtù anti-diabetiche del cetriolo. Durante la ricerca è stato fornito ai topi diabetici della buccia di cetriolo per la durata di 15 giorni. Al termine tutti i topi hanno registrato una diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue. Anche se è importante sottolineare che messi a confronto con altri vegetali, la migliore è sembrata la buccia della zucca – una parte di alimento generalmente non destinata al consumo umano.

Stefania del Principe  www.diariodelweb.it

 

 

Calendario

agosto 2018
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Informazioni

sede operativa:

c/o Ambulatorio Diabetologia

ospedale Pugliese-Ciaccio

Catanzaro

Diabete Due Mari

sede legale: vico II Pepe, 9

Catanzaro

C.F. 97064600790