Frase

Principiis obsta:

sero medicina paratur,

cum mala per longas

convaluere moras

---

Stai attento all'inizio,

la medicina arriva tardi

perchè i mali si radicano

per i lunghi indugi



Designed by:

Diabete: accelera il declino cognitivo PDF Stampa E-mail
Giovedì 08 Febbraio 2018 14:06
Diabete: accelera il declino cognitivo e l’invecchiamento della mente
Da Serena Baldoni -  8 febbraio 2018
 
Diabete-accelera-il-declino-cognitivo-e-linvecchiamento-della-mente-640x480Gli ultimi dati elaborati da uno studio specifico su oltre 5 mila soggetti affetti dalla patologia del diabete hanno evidenziato un declino cognitivo e un invecchiamento della mente tra gli effetti collaterali legati alla malattia stessa.
 
Tale declino avverrebbe in modo più rapido rispetto ai soggetti sani, mentre l’intero studio è stato pubblicato sulla rivista Diabetologia. Le ricerche hanno evidenziato gli stessi rischi sia in condizioni di salute di diabete accertato, sia nella fase denominata pre-diabete stessa.  
 
Le ricerche hanno coinvolto ben  5.139 soggetti tra cui diabetici, prediabetici e pazienti invece sani, sotto la coordinazione del Wuxiang Xie dell’Imperial College London. Gli studi hanno dimostrato una correlazione con il declino cognitivo e l’invecchiamento della mente con una difficoltà di regolazione degli zuccheri presenti all’interno del sangue.
Il team di esperti ha analizzato le condizioni dei soggetti nell’arco di diversi anni prima di giungere alle conclusioni evidenziate. In presenza di alti valori di emoglobina glicata il declino generale si è dimostrato maggiormente rapido nei soggetti affetti da diabete e pre-diabete.
Ritardare l’esordio della patologia, seguendo una dieta alimentare sana e corretta, potrebbe così escludere o per lo meno ritardare la comparsa degli effetti a declino della cognizione e dell’invecchiamento mentale.
Discorso differente invece per tutti i soggetti che non sanno di convivere con i sintomi dell’esordio della patologia del diabete, stimati intorno ad almeno 4 mila soggetti, per i quali il rischio di sviluppare una degenerazione cognitiva appare ancor più pericoloso rispetto ad altri.
 
A tal proposito, dal 14 al 24 novembre scorso, si è svolta una campagna di sensibilizzazione promossa da Associazione italiana Lions per il diabete (Aild) e Società italiana di diabetologia, e col patrocinio di Federazione ordini farmacisti italiani, Intergruppo parlamentare “Qualità di vita e diabete”, Federazione nazionale associazioni giovani farmacisti e Associazione medici diabetologi. 
“In soli 11 giorni sono state monitorate oltre 160 mila persone in oltre 5.600 farmacie di tutta Italia. La farmacia, con la sua rete capillare, si conferma primo presidio sul territorio raggiungibile in ogni parte del Paese, anche nelle frazioni più disagiate come quelle rurali” ha spiegato Silvia Pagliacci, presidente del Sindacato unitario dei farmacisti rurali.
 
 
 

Calendario

agosto 2018
lmmgvsd
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 

Informazioni

sede operativa:

c/o Ambulatorio Diabetologia

ospedale Pugliese-Ciaccio

Catanzaro

Diabete Due Mari

sede legale: vico II Pepe, 9

Catanzaro

C.F. 97064600790