Frase

Principiis obsta:

sero medicina paratur,

cum mala per longas

convaluere moras

---

Stai attento all'inizio,

la medicina arriva tardi

perchè i mali si radicano

per i lunghi indugi



Designed by:

Benvenuto nel sito della ass.ne Diabete Due Mari
PDF Stampa E-mail

Possibile prevedere il diabete con 5 anni di anticipo

La scoperta con l'impiego dell'Università di Catanzaro

 cosediabete
Lunedì 24 Agosto 2015 - Ricercatori dell'Ateneo calabrese hanno partecipato all'importante scoperta che permette di gettare le basi per una importante azione di prevenzione in una malattia in grande espansione. Possibile prevedere il diabete con 5 anni di anticipoLa scoperta con l'impiego dell'Università di Catanzaro

 
CATANZARO - E' possibile prevedere il diabete entro i prossimi 5 anni anche in chi non è a rischio, attraverso nuovi parametri di lettura - mai utilizzati fino ad ora - di un test economico e comunemente impiegato noto come curva glicemica e spesso usato in gravidanza. Lo studio tutto italiano pubblicato sul Journal of ClinicalEndocrinology & Metabolism apre scenari di prevenzione ed è stato condotto dal professor Giorgio Sesti, presidente eletto della Società Italiana di Diabetologia, assieme ai ricercatori dell'Università "Magna Graecia" di Catanzaro e dell'Università di Roma Tor Vergata.

 

Grazie, dunque, anche al contributo dei ricercatori calabresi sarà possibile realizzare una vera prevenzione precoce in chi è ora considerato sano, e che lo è ancora effettivamente, ma che corre un grave rischio di ammalarsi.

Il test da carico di glucosio o curva glicemica viene realizzato misurando la glicemia di base e fatto due ore dopo l'ingestione di 75 grammi di glucosio.

Lo studio dimostra l'importanza di valutare la glicemia anche dopo un'ora, per scoprire persone ad alto rischio, categoria fino ad ora ignorata, sulla quale però ora si può intervenire con una vera strategia preventiva precoce per cercare di arginare l'epidemia.

Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail

Diabete: ora lo zucchero si elimina aprendo il “rubinetto” del rene

Grazie ad una nuova classe di farmaci che nasce dall'albero delle mele

 

Dall'albero delle mele nasce un nuovo farmaco contro il diabete, il primo in grado di eliminare gli zuccheri in eccesso nel sangue aprendo il "rubinetto" del rene.
Si chiama Dapagliflozin ed è il capostipite di una nuova classe di antidiabetici, gli inibitori del co-trasportatore di sodio-glucosio 2 (SGLT2). Queste molecole sono state sviluppate a partire da una sostanza naturale presente nella corteccia del melo, la florizina, che ha la capacità di potenziare la fisiologica eliminazione del glucosio attraverso le urine. Forse non tutti lo sanno, ma il rene gioca un ruolo cruciale nel controllo della glicemia, perchè riassorbe parte del glucosio che viene eliminato quotidianamente nelle urine. (vedi video...)

 
Per aprire questo "rubinetto" ed eliminare più zucchero, basta assumere una sola compressa di Dapagliflozin al giorno. In questo modo è possibile controllare la glicemia evitando le pericolose crisi ipoglicemiche, ma non solo: si ottiene anche una riduzione del peso corporeo e della pressione arteriosa, due problemi molto rilevanti per i pazienti diabetici.

 

 

 
PDF Stampa E-mail
Decalogo del diabete della SID Società Italiana di Diabetologia
 
 
decalogoNel 2014, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, la SID ha emanato un decalogo di consigli di base per il vivere sano. Senza essere drastici con la dieta o nell’attività fisica. Servono poche regole da seguire però con costanza tutti i giorni. Il tutto affinchè non vinca il diabete e il diabetico si voglia più bene.
 
Lo stile di vita, l’aderenza alle terapie e ai controlli prescritti, l’abitudine all’autocontrollo della glicemia fanno la differenza e possono far vincere la battaglia contro questa subdola malattia.
 
 
Leggi tutto...
 
PDF Stampa E-mail
Ecco quali sono le prestazioni che lo Stato non pagherà più.
A breve, con l'intento di ridurre i costi della sanità, tutta una serie di prestazioni sanitarie considerate "inappropriate" non saranno pagate più dallo Stato ma direttamente dai cittadini.
 
lorenzin17 ago 15 - Il Ministero della Salute, con l’intento di ridurre i costi della sanità, ha da pochi giorni preparato una bozza delle circa 180 prestazioni sanitarie, soprattutto diagnostiche, che lo Stato non pagherà più e che dunque saranno totalmente a carico del cittadino perché considerati “non appropriati”, o per meglio dire, maggiormente esposti ad un uso scorretto (prestazioni che non sono strettamente necessarie). I tagli alla Sanità per il 2015 sono 2,3 miliardi.
 
La lista dettagliata sarà contenuta nel decreto che il Ministero della Salute dovrà adottare entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto sugli enti locali del Parlamento. Tra l’altro, il decreto legge in questione prevede che l’eventuale prescrizione non appropriata possa essere contestata al medico che potrà essere così sanzionato.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 Succ. > Fine >>

Pagina 78 di 101

Calendario

dicembre 2018
lmmgvsd
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 

Chi è online

 13 visitatori online

Link

Link consigliati:
CSV Catanzaro
il sito del Centro Supporto al Volontariato della provincia di Catanzaro
New Help
associazione di volontariato
Banner
Banner

Informazioni

sede operativa:

c/o Ambulatorio Diabetologia

ospedale Pugliese-Ciaccio

Catanzaro

Diabete Due Mari

sede legale: vico II Pepe, 9

Catanzaro

C.F. 97064600790